I CAREGA HAN FATTO 13!

Thomas Ferramola

Sull’ostico campo di Piacenza i cinghiali regalano la tredicesima vittoria consecutiva al manager Mulazzi, che entra di diritto nel libro dei record della squadra come l’allenatore con la striscia vincente più lunga. Una domenica caldissima, con la colonnina del termometro ben oltre i 30 gradi, ma le setole dei cinghiali salesi hanno trovato un refrigerio occasionale durante il BP quando ha preso vita l’impianto di irrigazione. Ma questo gavettone a spruzzi non ha calato la concentrazione del Fontana Ermes Carega Park Rangers, con i cinghiali che hanno mantenuto il vantaggio per l’intera durata della partita dapprima giocando come il gatto con il topo, e premendo poi sull’acceleratore quando è arrivato il momento di chiudere i giochi e portare a casa la vittoria per manifesta superiorità. Il primo vantaggio Carega è firmato da Magriotis al secondo inning portato a punto da una volata di sacrificio di un brillante Tadonio, mentre un solido Fornasari sul monte tiene a bada egregiamente le mazze piacentine. I cinghiali allungano successivamente al quinto con 3 punti dopo due sostanziali inning di torpore, ci pensa infatti il solito Ferramola con un bel singolo al centro a portare casa 2 punti con le basi piene. Al sesto poi Piazza a con un doppio a destra porta a casa il punto che arrotonda il punteggio a 5 a 0, mentre il Piacenza riesce a segnare il suo unico punto macchiando lo score perfetto fino a quel momento di Fornasari, su una chiamata di balk in terza base. I giochi si chiudono poi al settimo quando 3 basi ball, 4 valide consecutive e la scaltrezza di Pavesi sulle basi, permettono al squadra di Mulazzi di portare lo score sul 12 a 1. L’ultimo attacco del Piacenza è una formalità giusto il tempo di un’istantanea al tabellone e la partita finisce. Ottima la prestazione della squadra nel suo complesso che tira giù la saracinesca difensiva non permettendo al Piacenza di segnare più di che un punto e quella di Fornasari che sul monte firma un complete game e flirta con lo shutout per 6 inning, per uno score personale di 7 IP 5H 1 BB 0ER 5K. Per quanto riguarda l’attacco segnaliamo 2/4 di Ferramola e Mari.

Ora a Sala Baganza si aspetta il Carpi. Ne vedremo delle belle.