LA “PILLOLA” DEL “CACIO” SCACCIA IL VIRUS ALL’8°INNING!

Michele “Cacio” Cacialli: Walk Off Homerun

Il morbo dell’Herpes Zoster Virales quasi quasi fa secchi i moribondi salesi dei primi 7 inning che come Lazzaro resuscitano all’8° dopo la peggior prestazione della stagione. Partita da capo-coda classifica che ha visto gli agguerritissimi Virales (che il Fuoco, ma non di Sant’Antonio, lo avevano addosso) tenere meritatamente in scacco gli Amatori Sala Baganza per tutto l’incontro con un’ottima prestazione difensiva e un attacco che ha saputo cogliere i regali difensivi del Sala, che hanno affrontato con leggerezza la sfida contro gli ultimi in classifica non mantenendo dovutamente alta la concentrazione che queste partite comunque richiedono. Attacco sterile per buona parte dell’incontro anche grazie alle variazioni di palle velenose e liftate di Mike Sacchi (prossimo lanciatore della Nazionale Italiana agli Europei di Slow Pitch) che hanno messo in evidente difficoltà l’attacco più prolifico del campionato. Parte bassa del line-up quasi inesistente che non ha saputo, come in altre occasioni, supportare i bombardieri di prima fascia.

Difesa che ha concentrato in una sola partita gli errori mai commessi nelle precedenti 6 uscite. Solo un grande Dallara con una prestazione maiuscola, fatta di strike su strike e alcuni “K”, ha tenuto sempre in scia la squadra che per la prima volta in stagione si è trovata a dover rincorrere gli avversari.

Defezioni di ultima e precedente ora, tra motivi familiari e bombardamento di grandine a casa, limitano le scelte di formazione per il Manager Bottioni ed il coach Savi, che mettono in campo la “10” obbligata: Papini (2B) Savi (3B) Corradi (EC) Leoni (1B) Tocco (ES) Barilla (EC2) D. Bottioni (RIC) Rinieri (INT) Dallara (LAN) Magnani (ED). Sopraggiunto a disposizione all’ultimo (e meno male) Cacialli.

Il Sala parte con una buona e rapida difesa poi con un bel doppio di Corradi e l’HR di Leoni si porta sul 2 a 0. Buona partenza, ma qui si spengono le luci della ribalta per l’attacco che non tornerà decisamente in scena fino all’ultimo inning.

Cambio al 4° inning con Barilla che cede il posto a Michele Cacialli che va ad occupare il campo in Esterno destro mentre Magnani si sposta in Esterno Centro corto.

La difesa salese tiene bene per altri 2 inning e poi si “perde” nel 4° e 5° inning incassando 7 punti e segnandone solo 1 con il solo homer di Tocco.

La difesa, nonostante ancora alcuni errori tiene a bada il non prolifico attacco viralico e Magnani si rende protagonista al 7° inning di una doppia eliminazione con out al volo e un bel CD=Colto Dormendo del corridore di 1° base. “Qui cambia la partita”… è la 1° profezia di serata che esce dalla bocca di Corradi. Punteggio 7 a 4 per i Virales.

La svolta dell’incontro all’8 inning con l’ultimo attacco dei salesi: pioggia sul campo con il Sala nel dugout che invoca salmi (o salmì????) agli dei della pioggia (Manitù, Giove Pluvio e compagnia) affinché non eccedano nella lacrimazione e non ci sia la sospensione dell’incontro.

Si parte con gran doppio di Corradi che viene portato a casa dalla valida di Leoni, bravo ad essere di servizio alla squadra quando serve, a cui segue il 2° HR di serata del Tocco “Nazionale” che pareggia l’incontro.  Nel box di battuta si presenta Michele “Cacio” o “Cacioppo Viralico” Cacialli che batte un bel pop in foul, con il terza base dei Virales ben piazzato sotto la traiettoria e il salese già in avvio al dugout, palla nel guantone eeeeeee… tutti gli Dei protettori graziano Cacialli sulla via del dugout dove, come San Paolo,  trova la conversione da “Eliminato Sicuro” ad “Eroe di Serata” con la palla che cade dal guantone e tocca terra. Con Bottioni e Rinieri già pronti nel dugout per il turno di battuta e quest’ultimo che già vede Bottioni in prima base e con la sua battuta spedirlo a casa per il punto della vittoria e i titoli a caratteri cubitali de “La Voce del Dugout” ad esaltarne le gesta mitiche, il Manager butta lì la seconda profezia di serata: “Se Cacio fa HR noi non dobbiamo faticare”.

Cacialli si ripresenta nel box e sulla palla bassa di Mike la “spara” oltre le reti dello Stuard per entrare nella leggenda e decretare la 7° vittoria consecutiva degli Amatori.

 

Da segnalare in attacco oltre la “chicca” finale di Cacialli, le prestazioni di Tocco 3 su 4 con 2HR 2 punti segnati e 3RBI, Leoni 3 su 4 con 1HR 2 punti segnati e 3RBI e Corradi 2 su 3 con 2 punti segnati e 1 RBI.

Prossima partita e ultima del campionati di Regular Season giovedì 21 giugno ore 21,00 contro Barilla Dukes – Campo Stuard 2 Parma.

La Voce del Dugout

L’inviato D.B.