CAMPIONI!!! BACK-TO-BACK 2017-2018

E finalmente è arrivato il momento dell’esordio in Champions per l’Inter e lo stadio è pieno…

La nazionale di Pallavolo Italiana affronta la 4° partita dei Mondiali e il palazzetto è stracolmo…

No! La notizia che campeggia sui giornali sportivi nazionali è la Finale per il Titolo di Campione Provinciale 2018 “SLOW PITCH PARMESAN SERIES” allo “Stuard Stadium” dove la folla gremisce gli spalti in ogni ordine e grado.

Nella sfida finale che vale il Titolo si affrontano gli Amatori Sala Baganza vincitori imbattuti della Regular Season e secondi classificati nella Post-Season e il Cariparma unica quadra in grado di battere i salesi proprio nella Post-Season e quindi per regola squadra di casa.

La tensione era già salita dal giorno precedente con centinaia di messaggi su WhatsApp in cui ogni membro della squadra esprimeva con toni “morbidi e vellutati” il proprio incitamento ai compagni e la giusta tenuta in considerazione degli avversari.

Allo Stadium già nel prepartita i volti sono tesi sia per lo scontro e sia perché solo ora ci si rende conto che Poldi manca, ma soprattutto con lui mancheranno i bombolini… (a sèma di droghè!).

A sostegno degli Amatori oltre al folto pubblico parmense e “all’acculturato” pubblico toscano (capisci ammè!) arrivano gli ex Valerio “Bum Bum” Bova (e non sarà più ex), il mitico Paolo “Ghiro” Ghirardi, il Presidentissimo Marino Giampietri, il Grande Manager Tito “Ciacci” Mulazzi oltre ad altre e alte rappresentanze della Dirigenza salese e non solo.

È una partita dove non si viene per “giocare e divertirsi o dove l’importante non è vincere ma partecipare” quindi il Manager mette da subito in chiaro che in questa occasione gli amanti di De Coubertin sono pregati di guadagnare l’uscita dai campi.

Dugout pieni per entrambe le squadre, per i salesi come detto assente Poldi per non meglio precisate indagini in quel di Ustica o Pantelleria o Lampedusa (insomma disperso nel mare), la migliore e unica Jessica Delfante e Romano Magnani “non in ottima forma per affrontare una finale” ma entrambi presenti a sostenere la squadra.

Il Manager Bottioni con il coach Savi ed il Presidente Giampietri scelgono di confermare la formazione vittoriosa nella partita con i Sanità con il solo cambio del DH e mettono in campo il seguente line-up: Papini (RIC) Savi (INT) Corradi (EC) Tocco (ES) Leoni (ED) Silvestri (1B) Rinieri (INT) Tanara (2B) Cacialli (DH) F. Bottioni (EC). A disposizione Barilla, D. Bottioni e Pizzi.

Grandissima partenza dei salesi che con 3 valide mettono in base Papini, Savi e Corradi e con le successive valide da 2RBI di Tocco e Leoni mettono subito in pressione i bancari segnando 4 punti.

Rimonta immediata del Cariparma che dopo aver subito incassato i 2° out e rischiato il 3° con una grande presa dell’interbase Rinieri che però “cicca” l’assistenza in prima base segnano dapprima 2 punti e poi con ottime valide ne segnano altri 2 e si portano sul 4 a 4.

2° inning: uno, due, tre e in 4 minuti l’attacco salese è out mentre i bancari, con battute chirurgiche piazzate dietro al cuscino di seconda, trovano gli spazi giusti nelle maglie della difesa salese ed in scioltezza segnano altri 4 punti.

Nel terzo ancora rapidamente i salesi vanno out in 3 su 4 battitori ma nella difesa successiva contengono il Cariparma e nonostante le basi piene riescono a fare il 3° out e limitare i danni incassando 1 solo punto. Punteggio 9 a 4.

Al 4° inning inizia la rimonta degli Amatori che cambierà la partita, con Tocco che batte un gran doppio seguito dagli HR back to back di Leoni e Silvestri, segnando 3 punti e lasciando poi 3 uomini in base.

I salesi si ritrovano nel dugout con una rinnovata fiducia, si guardano negli occhi (Eye of the tiger??) e riappare la determinazione e la grinta che li ha portati meritatamente a questa finale perdendo una sola partita nell’anno.

Manager e giocatori ripassano gli schemi difensivi provati e riprovati nelle grigliate invernali e riaggiustano le posizioni degli esterni, piazzandone uno corto e avvicinando tra di loro interbase e 2° base e ritornano in campo con una nuova determinazione e per l’attacco del Cariparma finisce qui la partita: i salesi dominano il diamante interno e gli esterni e non concedono più nessun punto per i successivi 5 inning! Prestazioni da MVP a pari merito dei “twins” Thomas (Savi e Corradi) autori di prese ed eliminazioni da guardare e riguardare per imparare il baseball! Commenterà Tocco a fine partita «F…a Thommy (Corradi) eri spiritato anche in campo… avevi le gambe di un ragazzino». Mentre per il gemello Gnomma a fine partita erano presenti orde di talent scout per l’ingaggio in MLB (Major League Baganza) per il 2020. Strepitosi entrambi!

Salesi in cattedra ancora al 5°attacco per completare la rimonta sui bancari con Savi che esplode un bel doppio sulla recinzione esterna (sfighè) e troverà poi il punto grazie ad un errore del catcher, con Corradi che va in base dopo 4 ball del lanciatore e viene spinto a casa da Leoni. Pareggio 9 a 9

La sesta ripresa è velocissima con 3 out per parte in pochi minuti poi al 7° inning gli Amatori segnano ancora 3 punti. Le valide da 1 base in successione di Papini, Corradi, Tocco, Leoni e Silvestri fanno segnare sul tabellone luminoso del “Crocetta Field” il sorpasso con il punteggio di 12 a 9.

All’ottavo arriva il “big inning”: esplode tutta la potenza del miglior attacco del campionato che completa in battuta tutto il lineup. Il rookie Federico “Fefe” Bottioni va in base su valida seguito da Papini su errore della difesa avversaria e da Savi con un altro singolo: basi piene.

Va nel box Corradi che con calma olimpica piazza un singolo e porta a casa il giovane Bottioni, poi Tocco con una valida mal giocata dalla difesa dei bancari fa segnare sia Papini che Savi. Leoni batte un bellissimo doppio e poi tocca a Silvestri che spara il 2° HR di serata e segna altri 2 punti. Rinieri entra feroce nel box e con una gran valida e la falcata di un gattopardo conquista la 3° base; entra il DH Cacialli che con un doppio mette in cassaforte il 7° punto dell’inning. La parte bassa dell’ottavo inning è praticamente solo ruotine e con 4 battitori i salesi chiudono la faccenda.

È finitaaaaa!!!!! Gli Amatori Sala Baganza si confermano per il 2° anno consecutivo Campioni Provinciali (3°titolo in totale con quello vinto nel 2013) superando 19-9 il Cariparma nelle “SlowPitch Parmesan Series”.

Campionato strepitoso che ha visto i salesi vincere 12 incontri su 13 dove a parlare sono i numeri: miglior attacco con 205 punti segnati (+63 sul Cariparma) e miglior difesa con 96 punti subiti (-8 sempre sul Cariparma).

Monte di lancio ancora una volta dominato da un perentorio Dallara che trovato il giusto ritmo ha messo in difficoltà le mazze dei bancari alternando lanci “quasi puliti a lanci liftati (alla Poldi) che non hanno dato punti di riferimento ai battitori.

Difesa da elogiare in toto, nessuno escluso, che in questa finale ha tirato fuori il meglio da ogni suo elemento e lavorato come gruppo affiatato per tenere sempre in partita gli Amatori aspettando i colpi dei pezzi da novanta dell’attacco salese.

In attacco questa sera la fa da padrone Simone Leoni con 5 su 5 con 2 punti segnati e ben 8 RBI ma soprattutto 1 HR che lo porta a pareggiare il record del campionato 2017 di Valerio Bova (14 HR) poi Silvestri 4 su 5 con 2 HR 2 punti segnati e 4 RBI, Tocco 4 su 5 con 4 punti segnati e 5 RBI, Corradi 3 su 4 con 4 punti segnati e 1 RBI e Savi 3 su 5 con 3 punti segnati.

Alla fine dell’incontro festa per tutti (quelli del Sala) al bar dello Stuard Stadium birra e cavàl pìst!!!

Esplosione di commenti sui social internazionali per la grande prestazione dei salesi nel dopo partita e il giorno successivo:

  • Nadia “grandissima supporter e fornitrice di pane al Manager”: Ustica è con voi!!! (grattata di palle generale)
  • Zedd: non ero presente altrimenti ero con voi (non fa una piega!) Ma forse vado a fare tortafritta in Giappone!!!
  • Corradi: “hai pubblicato la previsione del punteggio scritta sul retro del roster? 19/9!! (strolègh)
  • Cacialli e Leoni che hanno fatto tardi dopo il bar. Leoni: “ma tutte queste ragazze a lato strada cosa volevano? Farci i complimenti per la vittoria??? Cacialli: No aspettano Axel per leggergli Moby Dick.

Sulla pronuncia del nome dell’interbase “interstellar” si è scatenato l’inferno con sovraccarico di traffico sulle reti Time Vodafone. Si è andati dai complimenti per la partita e “l’arrivata”, al chi ha dormito poco, alle constatazioni culturali “le starà leggendo Shakespeare”, ha chi ha fatto illazioni sull’uso improprio delle maglie delle 2 squadre!!!

  • Tocco dopo la visione delle statistiche degli HR di Bova 2017 e Leoni 2018: “Cristo significa che l’anno prossimo gioco in panca??”

Il Manager Daniele Bottioni:

E’ difficile vincere ma lo è ancora di più ripetersi ma con questo gruppo fantastico tutto è possibile!

Un grazie speciale e anche le mie scuse pubblicamente le devo a Pizzi e Barilla sempre presenti in ogni partita da 3 anni, ma che preso dalla tensione della partita non ho valutato di fare entrare (come promesso anche per me stesso) almeno per uno sprazzo di gare per la soddisfazione di dire io c’ero!

Un grazie speciale per quanto vissuto in campo ma e anche fuori dal campo, nel dugout, al bar, ai pranzi a tutta la squadra che ringrazio per le emozioni che hanno saputo dare: Barilla Marco, Belliero Carlo, Bottioni Federico, Cacialli Michele, Corradi Thomas, Dallara Luca, Delfante Jessica, Leoni Simone, Magnani Romano, Papini Roberto, Pizzi Paolo, Perez Norge, Poldi Alfonso, Rinieri Alessio, Savi Thomas, Silvestri Jenny, Tanara Roberto, Tocco Silvio e Zedd. Grazie al coach Savi Gianni che ha condiviso con me nel dugout le emozioni delle partite e la redazione degli scorer.

Grazie alla nostra amica Michela Passalacqua che ogni anno immortala i nostri faccioni da pubblicare su Facebook.

Per tutti appuntamento al Campionato 2019 !!

 

La Voce del Dugout

L’inviato D.B.