Gli U15 campioni regionali (e di San Marino)

La seconda gara si dovrebbe giocare alle 16.30 ma la precedente è finita dieci minuti prima, appena mezz’ora per andare in bagno, mangiare qualcosa, bere l’ennesima bottiglietta d’acqua e si riparte.

Quando entrano i ragazzi del Torre Pedrera si capisce subito che non sono gli stessi dell’anno scorso, ma sono comunque i campioni d’Italia e i vincitori del loro girone; ma noi non abbiamo nulla da perdere e spero che malgrado il caldo e la stanchezza i ragazzi si divertano. A fine gara mi sono chiesta cosa avranno pensato i Falcons quando hanno capito che Davide Zani non avrebbe lanciato nemmeno la seconda malgrado fosse presente …

Quindi chi lancia? Aldo.

Primo inning

Dopo un out arriva un singolo, uomo in prima. Arriva una base ball, uomo in prima e in seconda. Una potente battuta diventa un fuoricampo interno, tutti arrivano a casa e arrivano i primi tre punti dei Falcons. Se ci fosse un emoticon sarebbe quello della scimmietta che non vuole vedere, ma Aldo tiene e chiude senza altri punti.


Joel si presenta in battuta, fa una valida e arriva salvo in prima, poi ruba la seconda e anche la terza, mentre nel frattempo Aldo è in base ball.
Indovinate chi batte? Sadas Pansilu ecc ecc che porta a casa Joel e quindi il primo punto. Con qualche base ball di troppo i nostri si piazzano fino ad arrivare a basi piene ma … finisce l’inning, 3 a 1 ma con incoraggianti segnali di ripresa nostri e qualche sbavatura degli avversari.

Secondo inning

La nostra difesa tiene egregiamente, Filo Ronchini si produce in un out a due mani (nel senso prima una poi l’altra).
Poi però c’è un po’ di confusione e i Falcons piazzano un uomo in prima e in seconda, poi eliminati con una spettacolare super trappola difensiva ottimamente eseguita: i nostri ci sono.

Tocca all’attacco, ma prima introduco un elemento che aiuterà a capire quello che succederà dopo. Il suggeritore di prima, nonchè pitching coach (o itching coach), continua ad andare a parlare civilmente con l’arbitro di prima: conoscendolo piuttosto bene, secondo me si lamenta o del movimento del lanciatore Falcons o del fatto che ci mette una vita a lanciare – o di entrambe. Nel frattempo, però, regala tre basi ball ai nostri, nello specifico Filolori, Giulio e Joel.
In battuta arriva Kino, a digiuno di valide, che decide che ha fame e con il classico “stoppone” porta a casa due punti: 3 pari sotto una valanga di applausi, Joel in terza e Kino salvo.
Aldo si presenta al piatto, si sistema i guantini e aspetta il lancio: un’occhiata al coach di prima, il lanciatore accenna il lancio, Aldo chiede tempo, il lanciatore si ferma e l’arbitro chiama balk che significa avanzamento di una base gratis. Joel porta a casa il punto del vantaggio (a fine gara mi verrà detto che questo giochino era stato concordato … tattiche) e sono tre, con Kino ancora in gioco.

Aldo batte una valida, arriva Sadas ecc ecc che batte valido pure lui, e alla fine della fiera arrivano 5 punti, e per regola si cambia. 6 a 3 per noi.

Terzo inning

La nostra difesa non è impeccabile e con un out mancato entra un punto, ma un bel gioco difensivo chiude senza altri danni e il punteggio si attesta sul 6 a 4.
Antonio va in base ball (bravo pure lui a capire i lanci) e riesce ad arrivare in terza. Una bella valida di Leo lo porta a casa (e siamo 7 a 4) e porta lui in seconda e poi terza grazie ad un bunt di Filolori.

Uno strike out al piatto fa finire l’inning con ancora una volta uomini lasciati in base. Manca ancora tanto e i Falcons sono sempre lì ..

Quarto inning

Brevemente: valide dei Falcons, lanci pazzi, assistenze sbagliate ed entrano due punti. Fortunatamente la difesa legge bene un bunt e riesce a concretizzare un out e poi a chiudere l’attacco del Torre Pedrera. Però siamo 7 a 6.
Il nostro attacco si chiude in maniera improduttiva.

Quinto inning

Cambio sul monte, arriva Leo che con estrema rapidità e scioltezza con pochi lanci fa due out. Si poteva fare agevolmente anche il terzo ma il caldo e la stanchezza cominciano a farsi sentire; per fortuna ci pensa Leo a chiudere l’inning.

Le partite degli U15 sono al meglio dei 7 inning o delle 2 ore e mezza di gioco; un’occhiata al tabellone e si vede che manca mezz’ora e con un solo punto di differenza può succedere di tutto.
E difatti succede che il lanciatore Falcons (saranno stati sfiniti pure loro) concede due basi ball; Leo non si lascia sfuggire l’occasione e con una valida fa avanzare tutti, portandosi in prima con 0 out.
Un lancio pazzo porta a casa Antonio, e siamo 8 a 6; i due Filippo, anche se in modo diverso, finiscono out (e siamo a due) ma Leo è in terza e – nel frattempo – Giulio in prima; Joel (buon occhio pure lui) va in prima su base ball, e siamo a basi piene; Kino va in base ball, e siamo 9 a 6 sempre con basi piene; Aldo va in base ball pure lui, e siamo 10 a 6; e arriva Sadas Pangilu Gamage Wewala (sì, stavolta lo scrivo tutto intero) che con l’ennesima battuta valida – in questo caso un doppio – segna due punti, e correndo si fa male (crampi???). Ma dal sorriso nella foto sembra che non gli importi più di tanto ..

E i punti sono 5, si cambia sul punteggio di 12 a 6 e mancano 10 minuti alla fine delle due ore e mezza.
E’ matematicamente chiaro che anche se i Falcons facessero 5 punti noi avremmo vinto comunque, ma siamo tutti talmente cotti che o non si capisce o non sembra vero o è sbagliato l’orologio. Quindi

Sesto inning

Leo sul monte continua l’ottimo lavoro e con due out si chiude il nostro turno di difesa; ma è finito il tempo (insieme alle energie) e non ha senso andare in attacco.

Anche per questa partita un po’ di statistica spicciola: Aldo chiude con 2 k e Leo con 3, Sadas Pansilu ecc ecc 3 su 4 con un doppio, Joel 1 su 1 con 3 BB, Aldo 1 su 1 con 2 BB, Leo 2 su 3, Kino con una valida.

ABBIAMO VINTO, battendo i campioni d’Italia e rimanendo imbattuti da Ottobre 2021.

Non c’è molto da dire; io personalmente mi commuovo come sempre, perchè conosco il lavoro, la pazienza e l’amore che sta dietro a questo sport. E se siamo arrivati fin qui dobbiamo ringraziare due bei figuri ma soprattutto i ragazzi che non hanno mollato mai; e i dirigenti che hanno coordinato tutto, i genitori e i fans che non hanno mai fatto mancare il loro supporto.

E oltre ogni immaginazione l’appuntamento è per sabato 10 settembre, nel nostro campo di Sala Baganza, per disputare i play off.

Grazie a tutti per le foto



  • Banner Centrale

    Vieni a Giocare con noi


  • FontanaErmesSalaBaganzaSerieA

    Carega Logo_v3

    logo minibaseball

    logo-amatorisalabaseball